vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Bussoleno appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Borgate dell'Inverso

Le borgate Santa Petronilla, Prapuntin, Bussoleno Vecchio, Tignai, Arbrea e Roncaglie sono poste ai piedi del versante dell'inverso, a quote basse, in pratica appartengono ancora al fondovalle. Sul medesimo versante vi è poi una serie di borgate piuttosto vicine fra di loro, disposte su un ridente ripiano coltivato a circa 600 - 650 metri: Tignai (la più grande, all'inizio del '900 aveva circa 300 abitanti); Fornelli, Meitre , con il caratteristico campanile, dove vi è la scuola elementare, funzionante fino agli anni '70; poco più in basso, la località Pralombardo; Bessetti e Baroni, ai due lati del rio Pissaglio; la Grangia delle Alpi; poco discosto, il Castello Borello, dominante la valle da un'altura; più a monte, la borgata Ballai. Tutte queste borgate sono a tutt'oggi abitate in modo permanente. Le borgate Meineri, Pinetti, Pais, e Gros, sempre sul versante dell'Inverso a quote comprese fra 850 e 1000 metri, tutte raggiunte da strada carrozzabile, sono utilizzate da decenni soltanto per villeggiatura o per qualche coltivazione. Le borgate a quota più elevata, sui 1200 - 1300 metri ( Gonteri, Crestetti e Cervetto) mai abitate in modo permanente anche in passato, ma soltanto utilizzate nei mesi primaverili ed estivi come punto di appoggio per il pascolo e modeste coltivazioni di patate e segale, sono totalmente abbandonate da molti decenni; fa eccezione la borgata Cervetto, che ha conosciuto - e continua a conoscere, data anche la presenza, più a monte, di due rifugi alpini del CAI, l'O.Amprimo ed il Toesca - un notevole interesse turistico per la bellezza dei luoghi (vi è situato un albergo non più attivo da decenni, ma parecchio noto nei tempi passati).